Coppie

daisy-747320_1920.jpg

Lo stare insieme, l’affrontare le sfide quotidiane e la decisione di vivere e condividere la propria vita con un’altra persona è tutt’altro che semplice. Capitano spesso momenti in cui ci si trova a scontrarsi o non sentirsi compresi, momenti in cui ci si sente più vicini, altri in cui sembra di vivere su due pianeti completamente differenti, ma questa è la routine che le coppie si trovano ad affrontare quotidianamente. Esistono però peridi in cui la semplice crisi passeggera sembra non voler lasciar tregua, momenti in cui un partner o entrambi iniziano a porsi delle domande su di sé e su come vogliono continuare a vivere la relazione. A volte le domande sono esplicite, altre volte meno decifrabili, ma in entrambi i casi vi è una modifica degli atteggiamenti e dei pensieri nei confronti dell’altro o della relazione stessa e ciò può condurre la coppia in una situazione di stallo.

Solitamente è a questo punto che ci si rivolge ad un terapeuta, nella speranza che questo possa aiutare la coppia restituendo un senso a ciò che sta avvenendo nella relazione. Questo tipo di psicoterapia non nasce con l’idea di tenere uniti necessariamente i due partner, n’è tantomeno con l’intento di stabilire ragioni o colpe all’interno di una relazione, bensì vorrebbe essere uno strumento utile per migliorare le capacità comunicative al fine di comprendere cosa abbia portato a vivere il momento di stallo o di confusione e decidere come poter proseguire il percorso. A volte capita ci siano delle coppie che riescono a risintonizzarsi trovando un nuovo canale comunicativo in grado di stabilire un nuovo equilibrio, altre volte invece le coppie decidono di separarsi, consce del fatto che, pur avendo provato ad affrontare la crisi, non se la sentono di continuare nella stessa direzione.
Il compito del terapeuta è dunque quello di portare i membri della coppia a confrontarsi in un modo nuovo, lontano dalla frenesia e dalla routine che caratterizza la quotidianità, fornendo spunti di riflessione e nuove letture che aiutino a riflettere e sperimentare nella coppia nuove modalità di interazione.
A volte può capitare che uno dei duo partner senta l’esigenza di iniziare un proprio percorso personale che possa aiutarlo a mettere a fuoco dei punti che durante la terapia di coppia non possono essere analizzati. Se le sedute personali vengono svolte simultaneamente alla terapia di coppia, solitamente viene consigliato di svolgerle con un terapeuta differente.
La terapia di coppia prevede solitamente delle sedute settimanali o quindicinali della durata di 90 min.